Igiene del cane: come lavarlo senza fargli il bagno

Per assicurare al cane una vita sana e felice bisogna pensare tanto alla sua alimentazione quanto alla pulizia di pelo e pelle.

Per una corretta routine di igiene del cane bisogna potergli fare il bagno. Ma nel caso in cui si abbia a disposizione poco tempo o non si abbia acqua e sapone cosa si può fare? In primis, spazzolare il cane.

La spazzolatura, infatti, è una pratica fondamentale per il cane: permette di tenere sotto controllo il pelo, di rimuovere il pelo superfluo, rilevare eventuali problemi della pelle e rafforzare il legame tra l’animale e il proprietario. La frequenza con cui spazzolare il cane e la tipologia di strumento da utilizzare dipendono dal pelo del cane, dalla lunghezza e da quanto risulta folto, se è liscio o ha la tendenza a creare nodi e intrecci.

Oltre alla spazzola, ecco alcuni metodi per lavare il cane senza fargli il bagno.

Come profumare il cane senza lavarlo

Esistono in commercio diversi prodotti che possono essere utilizzati per lavare il cane senza l’utilizzo dell’acqua, ma è importante ricordare che per la salute degli amici a quattro zampe bisogna scegliere solo prodotti adatti all’uso veterinario, quindi non pensati per gli esseri umani.

  • Shampoo a secco: è una delle soluzioni più conosciute come alternativa al bagno e può essere un metodo per lavare anche nel caso in cui viva in appartamento, o prevalentemente in casa, e non sia molto sporco. Per utilizzarlo, bisogna innanzitutto spazzolare con cura il pelo del cane per eliminare il pelo morto ed eventuali nodi, poi applicare lo shampoo su un panno umido e passarlo sul pelo del cane, facendo attenzione a coprire tutte le parti del corpo. Alla fine, spazzolare di nuovo il pelo, per eliminare le ultime tracce dello shampoo.
  • Salviettine: sono particolarmente indicate in caso di una pulizia veloce o per agire a livello mirato su alcune zone del pelo del cane. Così come lo shampoo, le salviettine umide sono più efficaci, come metodo alternativo al lavaggio del cane, se utilizzate dopo aver spazzolato il cane.
  • Guanti detergenti: questi agiscono allo stesso modo delle salviette, catturando lo sporco e rimuovendo il cattivo odore in modo facile sia per il proprietario che per l’animale.
  • Asciugamani bagnati: nel caso in cui tu fossi sprovvisto di shampoo secco e salviettine, potrai utilizzare anche dei semplici asciugamani bagnati. Anche per questa tipo di lavaggio del cane senza acqua e sapone procedi spazzolando il cane, poi passando sul corpo l’asciugamano e infine spazzolando nuovamente.

Così come per il bagno è importante sapere come lavare il cane, anche per un lavaggio senza acqua è necessario fare attenzione alla tecnica da utilizzare in modo che l’animale non si agiti e la pulizia sia efficace. Comincia, quindi, strofinando con dolcezza prima la schiena, poi le zampe, la coda e, infine, sul muso.

Se necessario e se il tuo animale si sentirà a suo agio, potrai ripetere questa operazione più volte fino al risultato sperato.

Come lavare il cane

Ora che sai come lavare il cane senza fargli il bagno, ecco alcune indicazioni utili:

  • Salviette umide: se il cane soffre di allergia o ipersensibilità della pelle, dovrai fare attenzione alle sostanze che contengono.
  • Controlla che lo shampoo secco sia specifico per uso veterinario.
  • Non utilizzare profumi o lozioni per gli umani sull’animale perché potrebbero irritare o danneggiare la pelle.

Fonte https://www.petpassion.tv/